Uomini e Bestie

Il mondo salvato dagli animali
di Ettore Tibaldi
Edizioni Feltrinelli







Gli animali possono essere "mangiati,addomesticati, accarezzati, protetti, messi in mostra, immaginati, descritti": sono queste le parole chiave per capire le diverse modalità di relazione dell'uomo con essi, dice l'autore nei corrispondenti capitoli del suo libro.

Quali sono le ragioni del topo, e quelle del pollo, della lucertola e di tutti gli altri animali? Volenti o nolenti essi subiscono le ragioni dell'uomo. E tuttavia, l'uomo non ha ancora capito che non è l'ultimo e nemmeno l'unico abitante della terra. In questo libro, l'autore ce lo rammenta rendendo alle bestie la dovuta attenzione e considerazione.
Fortunatamente, il punto di vista di molti nei confronti degli animali è cambiato, e così si sono venuti a modificare anche i i rapporti fra uomini: nell'alimentazione, nella convivenza, nella tutela dell'ecosistema, nello sfruttamento materiale ed economico.Da sempre l'uomo, in tutte le sue culture, ha riconosciuto l'importanza centrale per sé degli altri animali: tanto più oggi la bestia resta per lui una presenza ineludibile e un'occasione per comprendere meglio anche se stesso.


L'AUTORE
Ettore Tibaldi, nato a Bergamo nel 1943, è docente di Zoologia presso la Facoltà di scienze dell'Università di Milano. È stato responsabile scientifico di molti programmi di ricerca ecologica e si è occupato di educazione ambientale.
Ha collaborato con riviste, radio e televisione, ha svolto studi e missioni nell'ambito della cooperazione internazionale in Kenia, Senegal, Burkina Faso e Mauritania. Si occupa di strategie di intervento nei paesi in via di sviluppo per la divulgazione scientifica e l'educazione allo sviluppo.


Versione stampabile

Mappa del sito

 

E-mail