Lezioni di Etologia Applicata




Fin dal Neolitico uomini e animali hanno convissuto, comprendendosi e aiutandosi reciprocamente.
Secondo il padre dell’etologia K. Lorenz(“E l’uomo incontrò il cane”) fu un bimbo a portare un cucciolo di cane all’interno della caverna e a pretendere di tenerlo con sé, forse perché attratto da un essere così simile a lui, per la capacità di esprimersi con i gesti e l’atteggiamento, per l’inesauribile voglia di gioco e di movimento, per l’insopprimibile pulsione ad agire, sperimentare, esplorare, per la libertà di esprimere emozioni e sentimenti senza condizionamenti.
Con il progredire della civiltà, sempre più tecnologica, sempre più virtuale, gli uomini si sono allontanati dal mondo della natura e degli animali, pensando di non averne più bisogno.
Il disagio del nostro vivere quotidiano ci fa capire, quanto avessimo torto e come sia necessario imparare nuovamente a comunicare con gli animali.
Ce lo chiedono i nostri bimbi, che sono i più bisognosi di un rapporto stretto con la natura, che fornisca loro emozioni positive ed esperienze concrete e rassicuranti.


 

 

 

Dott.ssa Maria Pia Onofri
Neuropsichiatra infantile, Pediatra
Ospedale Niguarda Ca’ Granda - Milano

Cosa ne sai dei cani?
Interpretare il linguaggio dei cani


-----------------------------------

Asetra bimbi


Versione stampabile

Mappa del sito

 

E-mail