Home page



ROMA 9 LUGLIO 2014






Un messaggio da non dimenticare mai

Un insieme di sentimenti positivi verso gli esseri viventi, chiamato biofilia, ha dato e dà grandi vantaggi alla nostra specie. Tra questi, la compassione e l’empatia verso gli animali, che sono molto legate a compassione e empatia verso gli esseri umani. La crudeltà verso gli animali è sovente connessa a crudeltà verso gli esseri umani.
Numerose culture riconoscono ad ogni forma di vita un valore. L’opinione che tutti i viventi hanno diritti fondamentali dovrebbe essere rispettata ancor più se si tiene presente che l’insieme dei viventi, la biodiversità, è ritenuto dalla Comunità internazionale un valore in sé, oltre che una fondamentale risorsa per il futuro dell’umanità.
Per quanto riguarda gli animali domestici, che sono parte rilevante della biodiversità mondiale, sono ormai diffuse e affermate con decisione opinioni che riconoscono ad essi:
- il diritto alla vita
- la libertà dalla tortura, dalla fame e dalla sete
- la libertà di esprimere la propria individualità.

Coloro che fanno parte dell’Associazione di Studi Etologici e Tutela della Relazione con gli Animali agiscono nella vita personale e professionale in maniera da essere coerenti con le considerazioni che seguono:
1) Le pratiche che consentono di mantenere gli animali in gabbia, in trappola, incatenati, isolati, mutilati, tenuti a digiuno o alimentati a forza non possono avere alcuna giustificazione né in campo economico né in campo scientifico.
2) Alcune culture, tra le quali quella diffusa nei Centri industrializzati nel pianeta dominano sugli animali grazie all’apparato scientifico tecnico, non perché questa sia “moralmente” superiore né perché esista un “diritto” a sfruttare i più deboli
3) L’umanità è parte del regno animale, non separata da esso. E’ perciò opportuno promuovere una relazione a due vie, con gli altri animali, in cui ogni parte dà e riceve.
4) E’ opportuno tenere conto degli altri animali anche quando si orientano eticamente le scelte legate ai consumi e al lavoro, al tempo libero e all’impegno sociale. Nella crisi della politica un modo efficace di esprimere la propria opinione è esattamente quando si acquista una merce. Nella società consumistica l’azione di ognuno è importante quanto un voto.
5) Nella società dello spettacolo, non è opportuno aver paura di denunciare pubblicamente gli abusi e farci portavoce delle opinioni positive e eticamente orientate nei riguardi degli altri animali. La pressione dell’opinione pubblica è stata spesso efficace nell’ottenere un trattamento più corretto nei loro confronti. Occorre superare, con la qualità, il rumore di fondo che pervade i mezzi di comunicazione.

Barbara Gallicchio























Versione stampabile

Mappa del sito

 

E-mail